Minaccia terrorista in una base aeronautica americana: falso allarme

WASHINGTON – Ieri pomeriggio una base aeronautica americana, la Joint Base Andrews, è stata oggetto di un falso allarme terroristico. Il territorio, un obiettivo sensibile se si considera che proprio da qui parte il presidente degli Stati Uniti e che in questo aeroporto militare atterranno tutti i capi di stato diretti negli USA, è sicuramente uno dei più sorvegliati al mondo.

Tuttavia una donna è riuscita ad introdursi all’interno della base e a seminare il panico tra i presenti gridando a gran voce di avere sotto i vestiti ingenti quantitativi di esplosivo e di essere pronta a farsi saltare in aria. Chiaramente si è pensato subito ad una minaccia terroristica, ma, una volta arrestata la presunta suicida, le forze dell’ordine hanno potuto accertarsi che in realtà la donna non indossava alcuna bomba.

Leggi anche  Enorme incendio nella Grenfell Tower a Londra

Restano ancora ignote le ragioni che hanno spinto la falsa kamikaze, ormai agli arresti, a seminare il panico nella base aeronautica, la zona comunque è per il momento in isolamento e presidiata da un gran numero di agenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *